a soli 0,79 cent + IVA al minuto

a soli 0,49 cent + IVA al minuto

SITO VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Telefono erotico di coppia

Telefono erotico di Coppia: Racconto Erotico

Le Storie erotiche delle coppie contengono storie erotiche arrapanti che entrano nell’intimità della loro relazione.

Vuoi racconti di uomini cornuti? Di donne infedeli? Vorresti sentire tua moglie che ti chiama mentre viene scopata da un altro uomo? Cerchi una storia di coppia piccante? Hai fantasie sessuali?

Qualunque sia la tua perversione questa linea erotica contiene la storia bollente che fa per te! Ti basta chiama il nostro numero ad un prezzo super scontato:

Queste storie erotiche sono davvero eccitanti e vanno dritte al punto. Non perderai tempo con inutili giochi di parole. Tutto quello che devi fare è chiamare il numero che trovi in questa pagina!

Lesbo Racconti Erotici Lesbo - Racconto erotico lesbo

Erotici racconti di Coppie Sposate o Cornute

Queste coppie sono disinibite e amano giocare e divertirsi. Le storie erotiche che hanno composto ti faranno godere come non ti era mai successo prima!

Entra nella loro intimità, dai libero sfogo alle tue pulsioni, ma soprattutto inizia a godere come un pazzo!

La parte migliore dei racconti è che non dovrai parlare al telefono. Per cui potrai chiamare a qualsiasi ora del giorno o della notte, in totale anonimato, senza fare alcun rumore rischiando di farti scoprire!

Chiama ora il numero del telefono erotico di coppia ed inizia a godere!

Telefono Erotico Basso Costo - Numero Erotico

La linea erotica è attiva
24 Ore su 24
7 Giorni su 7

Categorie del telefono erotico

Telefono erotico di coppia

Non preoccuparti dell’orario a cui chiamare la nostra linea erotica. Siamo aperti h24, 7 giorni su 7 per permetterti di chiamare a qualunque orario del giorno o della notte.

Leggi le recensioni della nostra linea erotica su TrustPilot

Telefono erotico di Coppia: un'attrazione pericolosa di fantasie sessuali e di piacere

Lesbo Racconti Erotici Lesbo - Racconto erotico lesbo

Questo è un racconto erotico sulla storia di Martina, 40 anni e sposata con Simone da 20 anni. Il loro è stato amore a prima vista e ben presto andarono a vivere insieme.

Le loro vite sono sempre felici e appaganti, si amano molto e rispettano. Il sesso ha sempre svolto un ruolo importante nella loro vita di coppia, esploravano i loro corpi e sperimentavano nuove fantasie sessuali.

Dopo alcuni anni di matrimonio la passione tra loro è decaduta un po’ e volevano provare qualcosa di più eccitante. Poi iniziarono a parlare delle loro fantasie sessuali e si sono resi conto di avere la fantasia comune di coinvolgere gli altri nelle loro relazioni.

Una domenica sera invitarono, come di consuetudine, i loro amici Valeria e Claudio, a casa per trascorrere del tempo insieme e, come al solito, rimasero svegli fino a tarda notte bevendo e chiacchierando. L’atmosfera era rilassata e la serata con loro era sempre piacevole. Ad un certo punto la conversazione è passata allo scambismo e Valeria e Claudio iniziarono a parlare di questa fantasia con un certo interesse.

Racconti Erotici Trans - Numero Erotico Racconti trans Erotici

Dicevano che avevano sempre avuto queste fantasie sessuali, ma non osavano praticarle. La conversazione ha reso la notte ancora più emozionante e, più parlavano, più intima diventava la conversazione. Era chiaro che erano in un territorio inesplorato e l’atmosfera era un misto di curiosità, desiderio e un pò di paura.

Martina e Simone ascoltarono attentamente le loro storie erotiche e iniziarono a pensare a questa abitudine. Non erano esattamente sicuri, ma un pò entusiasti dell’idea, la tensione nell’aria era palpabile e Martina notò che Claudio la guardava con una forza nuova quando Valeria e Simone parlano delle loro fantasie sessuali.

Quella notte, mentre scopavano la passione di Martina e Simone fù accesa dall’idea di realizzare le loro fantasie sessuali con i loro amici. Simone la eccitava mentre gli parlava di cose avrebbe voluto fare all’amica e lei, a sua volta, raccontava di cosa avrebbe voluto fare con Claudio. Questi pensieri e l’immaginare le scene non fecero altro che amplificare i loro imminenti orgasmi, lei venne più e più volte e lui le sborrò come non mai, prima sulla faccia e poi glielo infilò in bocca dove lei continuò a succhiarglielo.

Il primo incontro con i loro amici era previsto per la settimana successiva ed entrambi erano impazienti che arrivasse quella serata in cui, entrambi, avrebbero dato libero sfogo alle loro fantasie sessuali.

Arrivò il giorno e per l’occasione lei si vestì con un abbigliamento molto provocante, un vestito acquistato appena il giorno prima. Era molto corto, di colore rosso con una scollatura profonda. L’abito è stato completato con un paio di tacchi neri dimagranti e un paio di calze a rete nere, che hanno aggiunto un tocco sensuale, tutto era perfetto per l’occasione. Lei si sentiva provocante ma elegante e sofisticata.

Quando gli amici furono arrivati, lei vide gli occhi di Claudio illuminarsi di nuovo; guardarono il suo corpo con una certa gelosia.

Con il passare della serata e l’arrivo delle bevande, i commenti maliziosi diventarono più frequenti e Claudio alzò il livello man mano che ne ebbe l’opportunità con discorsi sempre più piccanti, nel frattempo Valeria iniziò ad accarezzare il braccio di Simone e lui ricambiava.

Lesbo Racconti Erotici Lesbo - Racconto erotico lesbo

L’atmosfera divenne sempre più accesa, con tutti che facevano battute provocatorie e riferimenti audaci, fino a quando Claudio fece la proposta di vedere insieme un film erotico per animare ancora di più la serata, proposta che venne accettata da tutti e così fecero.

Martina mise un bicchiere e una bottiglia di cognac sul tavolo e tutti e 4 si sedettero sul divano pronti a guardare il film che lei e Simone avevano già visto 2 volte. La tensione nell’aria era palpabile, mescolata a un’atmosfera di curiosità e complicità.

Dopo appena un quarto dell’inizio del film, assistettero già alla prima scena di sesso e Claudio commentò il fatto che la protagonista fu già in estasi dopo appena qualche minuto che lui gliela stava leccando e fù l’occasione giusta per chiedere a tutti se avevano mai pensato a quanto potesse essere eccitante fare lo stesso tra di loro.

Nella stanza c’era già una forte tensione mista a desiderio e il suo commento non fece che calare una nuova emozione, l’eccitazione. Mentre il film proseguiva iniziava un gioco di sguardi tra le coppie rendendo la situazione più interessante e complicata.

Nessuno sapeva come rompere il ghiaccio ma, come se stesse pensando ad alta voce, Valeria disse di essere già bagnata e dopo un piccolo battibecco tra lei e il marito per la sua “volgarità” Simone le si fece avanti con la scusa di controllare se era vero, voleva metterla alla prova, voleva provocarla.

A quel punto si sedette accanto a Valeria mentre Claudio si avvicinò a Martina per vedere quello che sarebbe successo, come se fosse il film erotico che stava guardano fino a poco fa in tv ma che ormai nessuno guardava più.

In quel momento Martina era completamente coinvolta da quello che Simone stava facendo a Valeria e quasi non si accorse che Claudio le stava, a sua volta, infilando le dita nelle mutandine fino arrivare alla figa. Li sentì come una scossa elettrica, si irrigidì per un momento poi si abbandonò completamente alla gioia che Claudio le stava dando, voleva che quel piacere non finisse ma nello stesso momento era come se si vergognasse della situazione, stava provando tanta gioia con un uomo che non era suo marito.

Quando si voltò vide che anche Valeria e Simone avevano iniziato a mettere in pratica le loro fantasie sessuali, lei teneva il cazzo di Simone nelle sue mani, lo masturbava delicatamente e lui con gli occhi chiusi si godeva il momento.

Entrambe le coppie continuavano ad accarezzarsi con sempre più passione e ogni tanto si scambiavano degli sguardi come se ognuno stesse guardando un film porno dove il protagonista era il proprio compagno.

Quando le dita di Claudio entrarono nella figa di Martina questa era già bagnata fradicia e la sua eccitazione era così forte che quasi non respirava, lo desiderava fortemente, per tutta la settimana non aveva fatto altro che pensare a lui e ora era li con le sue dita dentro di lei.

Stava godendo e senza troppa esitazione gli sbottonò i jeans per tirargli fuori il cazzo e in quel momento tutte le sue paure scomparvero, era pronta a farlo, non aveva più freni inibitori.

Il massaggio di Claudio intorno al suo clitoride divenne sempre più intenso e sentì il suo orgasmo avvicinarsi. Il suo pene era così duro che piccole lacrime liquide calde e chiare scorrevano dal suo cazzo e si diffondevano sulle dita di lei.

Nonostante il rumore del film, sentivano dei gemiti venire dall’altra coppia, Martina si voltò incuriosita, quasi d’istinto e vide Valeria che stava succhiando il pene del marito ma la cosa non la turbò, anzi la fece sentire anche più tranquilla nel poter dare libero sfogo alle proprie fantasie sessuali con Claudio che nel frattempo le aveva dolcemente aperto le gambe e gliela stava leccando, lei gli pose allora una mano sulla testa e gliela spinse ancora più a fondo, così a fondo che quasi non lo faceva respirare.

Telefono Erotico Basso Costo - Numero Erotico

Dopo interminabili minuti volle ricambiare il piacere ricevuto da Claudio anche perché era chiaro che anche lui stesse aspettando quel momento. Lo allontanò dalla sua figa, gli diede un bacio come a voler sentire il suo sapore e lo spinse sul divano.

A quel punto si mise in ginocchio e iniziò prima a toccargli e leccargli le palle, poi glielo prese in bocca e cominciò un lento su e giù e questa volta fù lui a spingergli la testa più a fondo, per farglielo arrivare fino in gola, poi inclinò la testa indietro mentre guardava la moglie fare lo stesso con Simone.

Martina aveva la lingua bagnate con gocce di sperma che inevitabilmente uscivano dal cazzo di Claudio, lo sentiva godere ad ogni movimento della sua lingua sulla sua cappella, sentiva il suo orgasmo avvicinarsi. Decise che voleva farlo suo e iniziò a spompinarlo con sempre più vigore, voleva farlo venire nella sua bocca, il movimento su e giù aumentò e ben presto degli spruzzi di sperma gli riempirono la bocca mentre Claudio, in un totale momento di godimento, allentò la mano sulla sua testa e si godette il momento.

Ora però anche Martina voleva godere, era ansiosa di essere soddisfatta.

Nel frattempo, Valeria masturbava Simone prendendo saldamente il cazzo tra le mani e allo stesso tempo inserendo la cappella nella sua bocca, un po’ glielo succhiava, un po’ glielo leccava. Simone stava impazzendo dall’estasi e non potè sopprimere i gemiti e si lasciò andare.

Martina era un po’ imbarazza nel chiedere di essere scopata e propose di continuare in stanze separate, tutti accettarono senza problemi e Valeria, con un tono sarcastico, gli disse che era peggio per lei perché non avrebbe potuto vedere cosa avrebbe fatto a suo marito, tutti risero.

Ridendo e scherzando su quello che sarebbe successo, Martina e Claudio hanno notato che Valeria e Simone erano nella stanza degli ospiti mentre loro eravamo in camera da letto. Quando lei e Claudio erano soli in camera da letto, il suo cuore batteva, la sua figa era fuori controllo e il suo succo scorreva già nelle mutandine. Claudio lentamente si tirò fuori dai suoi vestiti, e i loro occhi erano intrecciati con il desiderio. Erano a letto insieme e i loro corpi nudi tremavano di attesa.

Lui si chinò delicatamente su di lei e iniziò a baciarla dolcemente, prima in fronte, poi le baciò le orecchie dove lei sentì il suo respiro un po’ affannato, poi sulle labbra.

Senti le sue mani scendere sul seno dove le strizzò i capezzoli e lo massaggiò con vigore, poi le mani scesero molto lentamente fino alle labbra della figa dove continuò un lento massaggio accompagnato da qualche leccata, il tutto con molta calma perché voleva sentirla gemere di piacere ma senza farla venire, voleva ancora tenerla in attesa.

L’atmosfera era piena di una tensione palpabile, lui gli confessò che era da tempo che sognava un momento così in intimo e lei che si stava ancora trattenendo nell’avere l’orgasmo voleva sentirlo dentro di sè.

Racconti Erotici Trans - Numero Erotico Racconti trans Erotici

Era come se il tempo si fosse fermato e i desideri repressi fossero finalmente liberati in una danza che li avvolgeva in legami emotivi e fantasie sessuali. La complicità tra di noi si fa sempre più intensa, creando un’atmosfera piena di promesse sensuali e passionali.

Lui non voleva più farla attendere oltre, gli succhiò i capezzoli poi scivolò giù sulla per la sua figa bagnata ma questa volta lei non riuscì a controllarsi, iniziò a urlare di piacere e la sua voce echeggiava attraverso la stanza, non era abituata ad un piacere così intenso che con un gesto istintivo lo allontanò, come per volere un po’ di tempo per tornare in sé, per riprendersi da tanto piacere.

Poi lui si chinò su di me e il suo cazzo non ebbe problemi a entrare in quella figa ormai piena di piacere e glielo spinse fino in fondo al ventre, lei poteva sentirlo tutto dentro, sentiva tutta la sua durezza. I colpi che le dava avanti e indietro facevano muovere il letto contro il muro della camera e ad ogni colpo lei godeva, urlava, voleva sentirlo ancora e ancora e lui glielo spingeva dentro sempre più forte.

Poi lei sentì il suo respiro accelerare di nuovo nelle cavità delle orecchie. Man mano che la velocità aumentava, provava una gioia precedentemente sconosciuta. Ogni volta che la penetrava profondamente, un brivido le scendeva sulla schiena e poteva sentirlo in gola.

Un’energia travolgente li avvolse e si creò un’armonia di passione e movimento che risuonava i loro desideri comuni. Provarono una gioia intensa.

Il loro orgasmo era dietro l’angolo. Nel frattempo Claudio le gemeva all’orecchio e respirava a fatica, i suoi muscoli si allungavano al limite e quasi si contraggono. La loro connessione fisica creò un vortice di sensazioni che li portarono ad un orgasmo condiviso.

L’accelerazione finale ruppe la loro resistenza, il suo sperma caldo si riversò in profondità della sua figa che non riuscì a trattenere il suo orgasmo, lei lo raccolse e se lo strofinò sul seno come a voler sentire un po’ di quel calore.

Si sdraiarono immobili l’uno sopra l’altro per un po’, cercando di tornare ai nostri sensi.

Quando ebbero poi sentito il suono ritmico del letto di Simone e Valeria sul muro della stanza accanto, scoppiarono in una risata irrefrenabile. Trascorsero la notte nell’intimità delle rispettive camere da letto.

Da allora, la loro amicizia diventò ancora più forte e trascorsero regolarmente notti stravaganti con questi amici, notti dove le loro fantasie sessuali potevano essere soddisfatte.